La casa di Monet a Giverny

i giardini casa impressionista giverny

Ho scelto una scuola a indirizzo artistico perché per anni ho pensato che da grande avrei fatto la pittrice.
Amavo dipingere e amavo in modo particolare l’impressionismo.
Vi racconto questo perché visitare la casa di Monet a Giverny mi ha connesso con la me del passato risvegliando una passione che credevo perduta.
Nonostante le persone, nonostante le corse dietro ad Aurora e nonostante una fastidiosa pioggerellina, sono riuscita a ritagliarmi un momento di pura contemplazione.

La casa di Monet a Giverny e i suoi giardini

Una volta entrati, la prima cosa che abbiamo notato è la grandezza del giardino, l’area si estende infatti su una superficie di circa un ettaro ed è divisa in due parti distinte: da un lato c’è il Clos Normand, con la famosa casa e, dall’altro lato della strada, il Water Garden di ispirazione giapponese dove si trovano ninfee e ponti.

La casa di Monet a Giverny vi colpirà fin dal primo sguardo, una tipica abitazione normanna rosa con finestre e scale color verde acceso, in grande contrasto con i toni più cupi scelti all’epoca dalla classe borghese.
L’interno è un sapiente gioco cromatico che solo un grande artista come lui poteva realizzare in maniera così eccellente.

ateler monet a giverny

giverny camera blanche

La visita inizia con la “sala lettura”, detta anche “salotto azzurro”. Da lì si accede allo studio dell’artista che utilizzò fino al 1899, dopo quell’anno, venne utilizzato come stanza espositiva per alcuni suoi dipinti. Le opere in mostra sono delle fedeli riproduzioni degli originali, ma fanno ugualmente capire la grandiosità della collezione.

Al piano superiore si trovano tutte le camere da letto della famiglia e ognuna sembra gridare arte ad ogni centimetro. Da quella di Monet si passa attraverso lo spogliatoio alla camera da letto di Alice, la sua seconda moglie. L’ultima camera, la più bella di tutte, quella di Blanche, figliastra e nuora di Monet.

L’atmosfera calda e famigliare rende facile immaginare dei bambini che corrono per la casa e un pittore-giardiniere che vaga tra le aiuole.

Le scale riportano al piano terra, con le ultime stanze visitabili, sicuramente i punti forti della casa. Innanzitutto, la brillante sala da pranzo, un’esplosione di giallo adornata da ceramiche e stampe giapponesi di cui Monet era un grande collezionista. In pratica viveva in Giappone, stando in Normandia. Poi la cucina rivestita con le piastrelle in maiolica blu che ricordano gli azulejos tipiche del Portogallo con una lunga fila di pentole di rame su una parete e una grande stufa nera sull’altra.

giverny casa di monet cucina

elisa dentro la casa di monet

I rampicanti abbelliscono ulteriormente la facciata esterna creando uno splendido manto verde nei mesi primaverili e rosso intenso in autunno.

È davvero impressionante la quantità e la varietà di fiori presenti nel Clos-Normand, un vero eden che regala sempre qualcosa di fiorito e in procinto di sbocciare indipendentemente dal periodo in cui si decide di vederlo.

Ma il gioiello indiscusso è il giardino acquatico al di là del sottopassaggio. Costruito attorno allo stagno che il maestro dell’impressionismo ideò personalmente modificando il corso del torrente per adattarlo alla sua visione estetica.

Dipinse qui oltre duecento tele di ninfee guardando lo stesso stagno, a riprova di quanto può essere bella la stessa cosa ogni giorno quando la si guarda con amore.

Ho ammirato il laghetto dal ponte giapponese perdendomi nei colori sfumati dei fiori e nell’ondeggiare dei salici piangenti e ho capito perché questo luogo sia stato fonte d’incredibile ispirazione.

Mi piace pensare che lui sia lì. In ogni pianta, in ogni fiore, in ogni riflesso dell’acqua.

casa di Monet a-Giverny ponte giapponese

casa di Monet a Giverny laghetto ninfee

Come godersi al meglio la visita

La casa e i giardini di Monet sono attrazioni estremamente popolari, sia tra i turisti francesi che internazionali. Per godersi al meglio la visita cercate di entrare subito all’apertura delle 09:30. Questo è anche il momento migliore per scattare foto. Vi consigliamo anche di acquistare i biglietti online in anticipo ed evitare la fila al cancello, soprattutto se viaggiate durante l’alta stagione (maggio – agosto), o durante un fine settimana. In questo caso l’ingresso è quello riservato ai gruppi.

La nostra esperienza è stata assolutamente fantastica, ma possiamo immaginare che possa essere completamente diverso se la si visita tra la folla.

Come raggiungere la casa di Monet

In macchina

La casa di Monet a Giverny è stata la prima destinazione del nostro on the road in Normandia. Siamo arrivati dopo aver ritirato l’auto all’aeroporto di Beauvais, in poco più di un’ora e abbiamo parcheggiato nella vicina area gratuita.

giardino monet fiori rosa

visitare la casa di monet con bambini

Con i mezzi pubblici

Molte persone visitano Giverny durante la gita di un giorno da Parigi. Anche se non è il modo più conveniente, è possibile arrivarci col treno che parte dalla stazione Paris Saint-Lazare in direzione Rouen Rive Droite e scendere alla stazione Vernon-Giverny. I treni partono ogni 2 ore e impiegano circa 50 minuti.

Una volta arrivati alla stazione di Vernon, basta prendere il bus navetta che parte 15 minuti dopo l’arrivo del treno e impiega 25 minuti per arrivare a Giverny. Il costo è di 8 euro andata e ritorno. Controllate su questo sito gli orari della navetta.

Orari e biglietti

La Casa e i Giardini di Monet sono aperti dall’inizio di aprile alla fine di ottobre. Gli orari di apertura sono tutti i giorni dalle 09:30 alle 18:00. Il costo del biglietto nel 2023 è di 11 Euro per gli adulti.

Potete acquistarli online sul sito web della Fondation Claude Monet o prenderli direttamente sul posto.

giverny punto fotografico migliore

“Il mio giardino è il mio capolavoro più bello”, così diceva Claude Monet a proposito della sua meravigliosa casa a Giverny che ispirò le sue opere più celebri.

Ti è piaciuto? Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Guarda i video di Meraviglie del Mondo su YouTube